Colombini: “L’unico modo in cui l’Italia può contagiare il mondo è con l’arte e la cultura”

Lucca, 6 marzo. “L’unico modo in cui l’Italia può contagiare il mondo? Con la sua arte e la sua cultura”. Lo dichiara Andrea Colombini, Presi- dente e Direttore artistico del Puccini e la sua Lucca International Festival, a margine del trionfale Puccini Opera Gala, il concerto svoltosi ieri (5 marzo) a Siviglia, nel salone principale dell’Hotel Alfonso XIII.

Un momento della serata all’Alfonso XIII di Siviglia

Uno spettacolo unico, di fronte ad oltre duecento persone ed alla presenza di tutte le più importanti personalità cittadine – tra cui il Vice Presidente della Camera di Commercio di Siviglia, molti generali della Legione Militare, il Console Generale Britannico per Siviglia e l’Andalusia (Joe Cooper), il Console Generale per l’Austria (Ru no Otero Reina) ed il Console Generale per l’Italia (Carlos Ruiz- Berdejo y Sigurtà Muchetti).

Un enorme successo di pubblico e di critica dunque, con il M° Diego Fiorini al pianoforte che ha accompagnato i solisti Giovanni Cervelli (tenore) e Pascale Coulombe (soprano) in un repertorio che ha proposto le arie salienti del Maestro nato a Lucca. L’evento è stato seguito da una cena a base di prodotti tipici della Lucchesia e della Toscana: un’altra modalità, particolarmente apprezzata, per esportare la grande bellezza italiana in giro per il mondo.

L’appuntamento è stato sponsorizzato dal Ministero per gli Affari Esteri e la Cooperazione Inter- nazionale, Con ndustria Toscana Nord, Comune di Lucca, Lucca Promos, Camera di Commercio di Lucca, dalle Fondazioni Cassa di Risparmio di Lucca e Banca del Monte di Lucca e dalla Fondazione Giacomo Puccini. Un ringraziamento particolare va inoltre a Sidebloom Marketing & Comunicazione, l’agenzia che ha curato la comunicazione dell’evento per il Festival.

La serata è stata introdotta da Andrea Colombini: “L’unico modo in cui l’Italia infetta il mondo – ribadisce il Presidente del Festival – è con la sua grande cultura, la sua enorme arte e la sua capacità di fare intrattenimento. Questo resta sempre il posto più bello da visitare ed anche oggi lo ribadiamo: it’s safe to be here”.

Il concerto rientra nella grande campagna di promozione Puccini in the World, sponsorizzata da tutti gli Enti che hanno supportato la prima tappa a Siviglia. La trasferta in terra iberica è stata anche l’oc- casione propizia per presentare i nuovi pacchetti turistici che il Puccini e la sua Lucca Festival, con la collaborazione di due tour operator, ha orchestrato per Lucca e per Torre del Lago. La volontà è infatti quella di essere fortemente presenti sulla Lucchesia e sulla Versilia, per coadiuvare la promozione complessiva che si colloca nell’ambito del progetto The Lands of Giacomo Puccini.

Nella serata di ieri, ben dieci tour operators hanno dialogato con i vertici del Festival, interessati ai pacchetti turistici per l’Italia: il sintomo più evidente che la paura non può arginare la bellezza.